Logo dell'UIC

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

 

Faq - Problemi di installazione del software Seac

L'Unione e i Servizi convenzionati per il Patronato ed il CAF

Il Paese affronta oggi una crisi che non è semplicemente economica, ma attraversa profondamente l’intera società italiana. La situazione di disagio che stiamo vivendo, il bisogno di rispondere a nuove istanze ha portato alcune Sezioni UICI meglio indicate in elenco a stipulare accordi, in regime di collaborazione patronale e di assistenza fiscale, mirati specificatamente al soddisfacimento delle persone con disabilità a 360°, offrendo, grazie ad un Patronato che opera in Italia e all’estero, servizi e prestazioni a costo zero in materia di previdenza, lavoro e assistenza. Stesso trattamento preferenziale, per tramite di un CAF di fiducia, viene riservato ai nostri assistiti durante la campagna fiscale per la compilazione e trasmissione dei modelli 730. Prende il via da queste premesse una nuova immagine dell’Unione, per così dire “multifunzionale” nei confronti dei non vedenti e delle loro famiglie. L’obiettivo è certamente quello di promuovere senza scopi di lucro più servizi, che corrispondano alle esigenze dell’utente in termini di qualità e di tempestività, con la speranza di rinforzare una relazione fiduciaria tra l’UICI e i propri associati. Tutti, infatti, possono rivolgersi liberamente presso le nostre Sezioni, dove troveranno personale UICI sempre disponibile a fornire una consulenza completa, competente e del tutto gratuita in materia contributiva e previdenziale, informazioni e orientamento su questioni riguardanti il lavoro, l’invalidità e la salute.

Tra i nostri servizi convenzionati, troverete:

Per il Patronato:

  • istanza di accertamento sanitario per il riconoscimento della condizione della cecità civile, dell’invalidità e della sordità
  • compilazione del modello AP70, di erogazione delle provvidenze economiche (indennità speciale e di accompagnamento per ciechi civili, pensione di cecità, indennità di accompagnamento per invalidi civili al 100 per cento)
  • istanza di accertamento sanitario per il riconoscimento dello stato di gravità (Legge N. 104/1992, art. 3, comma 3)
  • domanda di permesso per assistenza di persone con disabilità grave o per se stessi
  • istanza di accertamento sanitario per il collocamento mirato
  • istanza per l’assegno sociale
  • istanza per l’assegno/pensione di invalidità (IO)
  • consulenza e valutazione sul diritto di accesso all’uscita dal servizio per pensionamento di vecchiaia e di anzianità: requisiti anagrafici e contributivi di maggior favore per lavoratori non vedenti, richiesta dei benefici previdenziali ex Legge N. 113/1985 e 120/1991. Compilazione delle domande.
  • domande di reversibilità e pensione indiretta
  • altro

Per il CAF:

  • modello 730, singolo e congiunto
  • modello ISEE, per la richiesta di prestazioni sociali agevolate
  • modello RED
  • TASI ed IMU

Corre l’obbligo di precisare che tutti i nostri dipendenti operanti presso le Sezioni UICI in elenco hanno firmato un regolare contratto di collaborazione volontaria e gratuita con il Patronato. Ovviamente chiunque si rechi in Sezione, potrà visionarne una copia in bacheca esposta al pubblico, con timbro e sottoscrizione della Direzione Provinciale del Lavoro. Con la nostra storica attività di tutela e rappresentanza, dal 1920 siamo al fianco dei minorati visivi. Ora vogliamo, però, che esperienza, professionalità e competenza, corroborate dal sostegno di un Patronato ed un CAF di fiducia, portino nuovi servizi a casa nostra, aprendoci ai minorati visivi, alle loro famiglie, ai lavoratori, del settore privato e pubblico, ai cittadini, alle famiglie, agli anziani, ai pensionati, insomma a tutti coloro che abbiano bisogno. Naturalmente, l’impegno dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti rimane sempre quello di garantire un Paese più civile, un Paese dove le persone con problemi visivi abbiano più rispetto e più dignità da parte delle Istituzioni.

Elenco delle strutture divise per regione:


Scelta Rapida