Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

 

Lettera al Presidente

Da Provincia di Chieti del 11/10/2011

Autore: Dott. Enrico Di Giuseppantonio

Risposta nota del 20 settembre u.s. Gent.mo Presidente,
le Sue parole mi hanno profondamente colpito e non Le nascondo che con le sue giuste e ponderate rimostranze in merito a questa questione tanto delicata quanto grave, ha suscitato in me un moto di indignazione.
Il Governo sta adottando le misure restrittive che ritiene pi¨ opportune per affrontare la crisi economico-finanziaria che ci attanaglia, ma non pu˛ pensare di violare quei fondamenti della nostra Costituzione che sono alla base della democrazia e del vivere civile del nostro Paese; principi quali il dovere della solidarietÓ, pari opportunitÓ sulla base dell'uguaglianza, diritto delle persone alla salute, diritto all'assistenza dei cittadini inabili al lavoro, da Lei stesso ricordati, sono principi sacri per noi tutti e non possiamo permettere che vengano calpestati.
Lo Stato deve essere al servizio di tutti i cittadini, ma ha il dovere di profondere ogni sforzo a sostegno delle persone pi¨ deboli. Il grado di civiltÓ di un popolo si misura dal grado di impegno che dimostra nei confronti di coloro che vivono una condizione di svantaggio.
Auspico che al Governo stiano sempre a cuore queste tematiche della solidarietÓ e del sostegno alle persone con disabilitÓ e che in maniera particolare si confronti con il disagio e le problematiche che le persone non vendenti sono costrette a vivere quotidinamente.
Per quanto mi compete, come uomo e come politico, difender˛ nelle giuste sedi questi principi di cui nutro la mia stessa esistenza. Porter˛ avanti sempre le ragioni delle persone che vivono su di sÚ il peso di una condizione diffýcile e che per questo hanno bisogno di chi le sostenga per migliorare la qualitÓ della propria vita. Con viva cordialitÓ.
Enrico Di Giuseppantonio Presidente della Provincia di Chieti

torna alla lista