Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS-APS

 

Testo del Verbale

Data: 23/05/2019

CANI GUIDA


Verbale Commissione Nazionale Cani Guida
Giovedì 23 maggio 2019

La Commissione Nazionale Cani Guida si riunisce in conference call giovedì 23 maggio 2019 dalle 15.00 alle 17.30 per discutere il seguente. Alla riunione sono presenti Elena Ferroni, Ada Ammirata, Irene Balbo, Antonella Cavallo, Samuele Frasson, non è presente Simone Venza. Ada Ammirata parteciperà fino alle 16.30.
Si discutono i seguenti punti all’
ORDINE DEL GIORNO
1. Campi estivi con cani guida a Barcis e a Giffoni Valle Piana, partecipazione componenti della commissione;
Ferroni informa che il campo a Barcis (PN), giunto alla sua quarta edizione e finanziato al 50% da I.Ri.Fo.R. Nazionale ed è già al completo e si deve procedere ad organizzare il secondo campo nel mese di settembre 2019, per cui è già stata individuata la struttura adatta a Giffoni Sei Casali (Sa).
Dopo una discussione sulla presenza o meno dei componenti della commissione cani guida, se ne sottolinea di nuovo l'importanza come elemento prezioso di conduzione e condivisione delle esperienze oltre alle altre professionalità presenti e si decide quindi che in entrambi i campi ci sarà nel gruppo un componente della commissione, come già previsto da progetto.
Balbo fa rilevare che per il prossimo anno, per non rischiare di lasciare fuori persone nuove interessate all'iniziativa, si possono pensare due date di scadenza consecutive ma differenti per raccogliere le adesioni, che privilegino i nuovi partecipanti.
Ferroni sottolinea che l'organizzazione di due campi anzi che uno solo già allarga il numero dei partecipanti ed accoglie con favore la proposta di Balbo per il prossimo anno.
Secondo Frasson è molto importante che ci sia la possibilità della presenza di una persona della commissione per il confronto con l'esperienza quotidiana di una persona non vedente con il cane guida.
Ferroni aggiunge che questa presenza è importante come complemento anche per gli istruttori. Si propone Ada Ammirata per partecipare a Barcis e invece Antonella Cavallo preferisce Giffoni. Frasson dice che per quest’anno la sua partecipazione è difficile, come per Irene Balbo che riferisce che ha difficoltà a partecipare a queste due iniziative. Per Giffoni si propone anche Ferroni per supportare la prima organizzazione, valutare l'idoneità della struttura e l'equipe degli operatori coinvolti.
Si conclude che Ada Ammirata parteciperà al campo di Barcis, mentre Ferroni e Cavallo si divideranno per la copertura di quello a Giffoni.
2. XIV Giornata del cane guida a Firenze, scelta tema e organizzazione;
Cavallo informa che la giornata del cane guida In Puglia sarà a Lecce mercoledì 16 ottobre.
Ferroni ricorda che nell'agenda degli appuntamenti della UICI nazionale condiviso a gennaio 2019 la giornata del cane guida è stata già Calendarizzata a Firenze/Scandicci 18-19 ottobre. Informa che per adesso la sezione territoriale UICI di Firenze insieme al consiglio regionale UICI della Toscana si stanno occupando delle prime fasi dell'organizzazione. Si prevedono arrivi all'aeroporto di Firenze e alla stazione di Santa Maria Novella come punto di ritrovo dei partecipanti e delle scuole di addestramento. Si prevede spostamento in una piazza di centro città, corteo e dimostrazioni di addestramento oltre a luoghi di vendita dei gadget e ad una cena di raccolta fondi in un palazzo storico. Saranno proposti pacchetti per il pernottamento e la visita a siti turistici della città fiorentina e il sabato pomeriggio lo spostamento in tramvia per festeggiare insieme il novantesimo compleanno della Scuola Nazionale Cani Guida per Ciechi di Scandicci.
Per questo evento si concorda di chiedere alla direzione nazionale la stampa di 500 magliette, visto che ne sono rimaste un numero esiguo già stampate ed hanno il vecchio logo. Visionate le immagini già utilizzate per i precedenti gadget che non ci convincono per una maglietta, si concorda anche di affidarci all'ufficio stampa UICI chiedendo la realizzazione del primo piano di un cucciolo ed immaginando di inserire come scritta: "Sarò un cane guida", "Sogno di fare il cane guida", o simili.
Si ipotizza una raccolta fondi che preveda l'acquisto di cuccioli, con ricavato suddiviso tra le varie scuole di addestramento che parteciperanno.
Si decide anche di contattare l'azienda "Trudy" per chiedere la realizzazione del peluche di un cane con la pettorina di cane guida, con l'auspicio di realizzarlo per il centenario dell'associazione.
3. Tavolo “Professioni cinofile” GL 22 presso UNI, determinazioni;
Ferroni ricorda che il tavolo "Professioni cinofile" presso UNI sta lavorando per normare la figura dell'educatore cinofilo a livello nazionale, mentre è il tavolo europeo CEN/TC 452 che ha attivato i gruppi di lavoro e si sta occupando del cane d'assistenza. Noi siamo presenti con Frasson nel GL 6 "Accessibilità". La prossima riunione del tavolo europeo sarà in dicembre e Ferroni valuta importante esserci per far passare il concetto che il cane non è solo un ausilio, ma persona e cane formano un binomio inscindibile.
Frasson dice che dobbiamo sederci al tavolo europeo, che si tratta di due riunioni al massimo ogni anno e che va seguito con il supporto dell'ufficio relazioni internazionali.
Si conclude di incontrarci con Francesca Sbianchi dopo la riunione presso UNI del 31 maggio 2019, a cui parteciperà Frasson.
5. Varie ed eventuali.
Ferroni informa che nella casella di posta della commissione è giunta una mail dall'Avv. Gianluca Gallo, marito di una signora non vedente con cane guida addestrato privatamente. L'avvocato solleva i problemi legati al trasporto aereo e al transito su scale mobili, chiedendo quali siano le scuole riconosciute da UICI. Nella mail l'avvocato ipotizza come soluzione di ricorrere ad ENCI per la certificazione dei cani guida.
Cavallo suggerisce di scrivere ad ENAC per far togliere la necessità della certificazione IGDF almeno sui voli nazionali.
Frasson e Balbo ripropongono che per il trasporto aereo ci si rivolga alle due scuole iscritte IGDF, quella di Scandicci e dei Lions di Limbiate, per chiedere che utilizzando anche il loro protocollo di addestramento, certifichino, eventualmente anche a pagaaento, la possibilità del trasporto aereo e del transito sulle scale mobili su richiesta di cani non addestrati da queste scuole.
Ferroni ricorda che il percorso normativo attivo presso UNI e compiuto dal CEN/TC 452 dovrebbe portare proprio ad una definizione di questi aspetti, ma che intanto si può chiedere alle scuole proposte.
Si decide infine di riprendere chiedendo disponibilità a Slash Radio con la rubrica "Scodinzolando". Si immagina di poterlo fare già da giugno, condividendo come idee per i contenuti la scuola di addestramento nata recentemente in Svizzera che fa consegne anche sul territorio italiano, il tavolo normativo "GL 22 Professioni cinofile" attivo presso UNI, il centro Helen Keller di Messina e la Scuola Cani Guida di Campagnano.

La riunione si conclude alle 17.30


Segretaria
Graziana Orefice
per Elena Ferroni.

Download del File del Verbale

Scelta Rapida