Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS-APS

 

Testo del Verbale

Data: 28/04/2018

Coordinatori delle commissioni di lavoro


Il 28 aprile 2018 alle ore 8,40 presso la casa vacanze di Tirrenia si è svolta la riunione dei coordinatori delle commissioni di lavoro dell’Associazione.
Erano presenti:
Presidente Mario Barbuto, Maria Buoncristiano, Valter Calò, Katia Caravello, Marco Condidorio, Adoriano Corradetti, Nunziante Esposito, Elena Ferroni, Vincenzo Massa, Annamaria Palummo, Hubert Perfler, Angela Pimpinella, Antonio Quatraro, Eugenio Saltarel, Giovanni Taverna, Fernando Torrente, Stefano Tortini, Annita Ventura e Vincenzo Zoccano, Chiara Tirelli e Pietro Piscitelli. Presente in qualità di segretaria Rita Alfano. Assenti Luisa Bartolucci e Francesca Sbianchi.
Saltarel ha introdotto la riunione facendo presente quanto finora posto in essere per la comunicazione coi coordinatori attraverso la produzione del verbale delle riunioni della Direzione Nazionale nei punti riguardanti appunto le commissioni di lavoro e la messa a disposizione di tutto il Consiglio Nazionale del testo delle deliberazioni assunte dalla Direzione; continuano a sussistere difficoltà di collegamento per quelle commissioni il cui coordinatore non fa parte della direzione.
Katia Caravello: anzitutto informa di una prossima riunione via telefono con la FB-Associati alfine di organizzare modalità omogenee di informazione all’esterno e all’interno del sodalizio del lavoro di ogni commissione. Verrà messo in atto una serie di incontri coi referenti regionali per la stampa in modo da raggiungere a cascata i referenti sezionali per rendere più ricca la produzione e la informazione sul territorio.
Annita Ventura per la commissione autonomia, mobilità e vita indipendente: informa sulle difficoltà di rapporto con le altre associazioni per ciechi nei momenti in cui assieme si affrontano problemi come quelli di competenza della sua commissione. Propone l’istituzione di una rete territoriale in grado di fornire ai singoli le informazioni sulle diverse opportunità. Richiede un intervento politico per efficientare la circolare Sirchia. Fa presente la collaborazione con la commissione ausili e tecnologie e con l’INVAT per affrontare i problemi legati all’accessibilità degli elettrodomestici.
Annamaria Palummo per la commissione servizio civile e servizi ai soci: ricorda che la commissione si è trasformata in comitato al fine di rispondere meglio alle esigenze del servizio civile e di poter includere personaggi esterni all’associazione. Il rapporto con gli uffici della sede nazionale finalmente è stato chiarito. Informa che è in corso lo studio di come realizzare la formazione del territorio sul tema e l’affidamento di molte attività ai livelli regionali dell’associazione. Espone la necessità di aderire al forum internazionale del volontariato.
Giovanni Taverna per le commissioni supporto amministrativo e attuazione del programma congressuale: lamenta la difficoltà a sapere come stanno attuandosi i documenti emersi dallo scorso congresso.
Hubert Perfler per la commissione sport, cultura e tempo libero: informa del percorso che si sta seguendo per attuare l’assegnazione del fondo per attività sportive e lamenta difficoltà al collegamento col territorio per realizzare iniziative coinvolgenti tutta l’associazione.
Angela Pimpinella per la commissione pluridisabilità: lamenta la difficoltà di rapporto con le altre commissioni. Richiede una maggiore informazione dei soci sul lavoro delle commissioni.
Chiara Tirelli per il comitato tecnico dei centralinisti telefonici chiede di ripetere l’incontro fra i coordinatori anche in occasione dell’assemblea dei quadri. Chiede di poter avere accesso ai documenti relativi al lavoro delle commissioni e la possibilità di essere invitata a partecipare ai lavori del consiglio nazionale. Attira l’attenzione sugli atti di indirizzo regionali in attuazione della legge 113. Lamenta la scarsa conoscenza della normativa a livello territoriale.
Maria Buoncristiano per la commissione trasparenza, visibilità e immagine: chiede di riordinare i verbali delle commissioni per renderli meglio reperibili; di implementare l’anagrafica soci con altre voci relative alle situazioni particolari degli stessi; lamenta alcune difficoltà nel rapporto con la commissione comunicazione e formazione. Non sente la sua commissione sufficientemente coinvolta nell’attuazione e progettazione di attività inerenti il compito a loro affidato.
Adoriano Corradetti per la commissione ipovisione: informa della stretta collaborazione avviata con la commissione per il lavoro, oltre le altre attività poste in essere.
Walter Calò per la commissione nuove attività lavorative chiede come si potrebbe procedere per sostituire i componenti improduttivi.
Nunziante Esposito per la commissione ausili e tecnologie: da approfondire il rapporto con le altre commissioni. Lamenta che i sondaggi proposti dalla commissione non hanno avuto la necessaria risonanza all’interno dell’associazione. Lamenta che l’istituzione dell’INVAT mette in crisi i rapporti col gruppo OSI e la commissione da lui coordinata.
Antonio Quatraro per la commissione studi musicali: lamenta la difficoltà di giungere a risultati tangibili; informa dell’impegno della commissione a portare in rete le eccellenze italiane rappresentate da nostri iscritti.
Marco Condidorio per le commissioni istruzione, terza età e docenti: informa sull’attività di coinvolgimento dei referenti territoriali nei diversi campi di cui si occupa.
Stefano Tortini per le commissioni politica e rapporti istituzionali oltre a quella per il lavoro: è in atto la collaborazione con gli uffici per giungere alla realizzazione di banche dati sui temi del lavoro; per la politica si attende la costituzione del nuovo governo per riprendere il lavoro.
Pietro Piscitelli per il comitato nazionale dei genitori e dei soci tutori UICI lamenta le molte difficoltà per giungere alla costituzione del comitato genitori.
Vincenzo Zoccano per la commissione FAND, consulte e associazioni della disabilità: riferisce sulla necessità di una riorganizzazione sia della FAND che del FID per poter giungere ad attività coordinate e comuni in vista di obiettivi che riguardano tutto il settore.
Saltarel ringrazia gli intervenuti e si impegna a mettere in atto quanto necessario e possibile per venire incontro alle esigenze emerse ovviamente all’interno della competenza di un coordinatore, escludendo la soluzione dei problemi specifici dei vari settori e di quelli che devono trovare risposte all’esterno dell’associazione.
Alle ore 11 la seduta viene sciolta.


Eugenio Saltarel Rita Alfano
Coordinatore della Commissione Segretaria della Commissione

Download del File del Verbale

Scelta Rapida