Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS

 

Testo del Comunicato

Comunicato Numero: 101

Oggetto: Percorso LVE – Posizione UICI – Chiarimenti

Data: 11/07/2017

Ufficio: PRES

Protocollo: 8534





Questo comunicato è presente in forma digitale sul Sito Internet: http://www.uiciechi.it/documentazione/circolari/main_circ.asp


OGGETTO: Percorso LVE – Posizione UICI – Chiarimenti.


Care Amiche e cari Amici,

nel corso dell’ultima riunione della Direzione Nazionale, si è ritenuto opportuno diffondere un comunicato che chiarisca, si spera definitivamente, la posizione della nostra Unione circa il sistema di percorsi tattilo-plantari denominato Loges Vet Evolution (LVE).

Al riguardo, fin dal mese di novembre 2016, l’Unione ha formalmente rinunciato agli oneri e ai benefìci previsti dalla convenzione sottoscritta il 29 gennaio 2013, con la quale era stato dato il via all'attività.

Tale rinuncia adempie, in primo luogo, al chiaro e formale mandato del Congresso Nazionale di recedere dai diritti di natura meramente commerciale derivanti dalla predetta convenzione, mantenendo unicamente un ruolo di consulenza, ed eventualmente di promozione, più consono alle finalità istituzionali della nostra Associazione.

In secondo luogo, la decisione è intervenuta in conseguenza dei rilevanti mutamenti delle condizioni di mercato intervenuti in questo lasso di tempo che suggeriscono il superamento della predetta convenzione, anche al fine di meglio tutelare gli interessi degli utenti ciechi e ipovedenti, pur con riguardo e con rispetto per le legittime aspettative di carattere commerciale delle ditte produttrici.

In terzo luogo, è apparso indispensabile assicurare per il futuro certezza di rapporti e di ruoli, anche in considerazione della mancanza, ancora oggi, nel sistema LVE del perfezionamento delle connesse tecnologie di supporto atte a consentirne la fruizione, soprattutto per le informazioni vocalizzate volte ad accrescere la possibilità di muoversi in autonomia e sicurezza, così come previsto nel progetto iniziale, grazie al bastone bianco o altro dispositivo indossabile, dotato del software apposito di lettura dei messaggi parlati, caratteristica quest’ultima che, quando finalmente fruibile, porrebbe il sistema davvero all’avanguardia nel panorama del settore.

L’Unione, pertanto, ha rinunciato espressamente a qualunque tipo di contributo previsto dalla convenzione sottoscritta in data 29 gennaio 2013 e, contestualmente, ha anche rinunciato al proprio coinvolgimento nell’I.N.M.A.C.I. a qualsiasi titolo e in tutte le cariche istituzionali di tale Istituto.

Per meglio chiarire la posizione dell’Unione, anche a beneficio delle strutture territoriali interessate, è stato ribadito che il sistema e il linguaggio dei segnali tattilo-vocali LVE, quando adeguatamente funzionante per intero, ivi compresa la fruizione dei messaggi vocali connessi, sarebbe in grado di soddisfare pienamente le esigenze di mobilità autonoma delle persone con disabilità visiva, rimanendo, pertanto, allo stato attuale dell’evoluzione tecnologica del settore, l’unico da essa raccomandato.

Di conseguenza, l’uso del relativo marchio (presente sui componenti del percorso) è stato confermato, sempre a titolo gratuito, ma unicamente per l’installazione del percorso LVE che rispetti le caratteristiche tecniche precisate nell’allegato tecnico e nelle linee guida, così come riportate nella predetta convenzione.

Allo stesso tempo, pur senza oneri aggiuntivi di tipo economico, l’Unione mantiene il proprio impegno a proseguire l’attività promozionale relativa al percorso LVE in tutte le sedi ritenute opportune a livello nazionale e locale.

A tale proposito l’Unione, in considerazione della specifica competenza dell'I.N.M.A.C.I. circa la normativa vigente in tema di superamento delle barriere architettoniche senso-percettive e la connessa consulenza tecnica sulla corretta progettazione dei percorsi tattilo-vocali LVE e delle mappe a rilievo, potrà favorire una collaborazione fra lo stesso I.N.M.A.C.I. e le nostre strutture territoriali, purché quest’ultima avvenga nel rispetto delle prerogative e dell’autonomia delle sezioni e delle sedi regionali sancita dallo Statuto Sociale.
Ogni nostra struttura territoriale, pertanto, potrà liberamente decidere la propria posizione verso quei progetti che prevedano l’installazione di percorsi tattilo-plantari nel proprio territorio di competenza e che, di conseguenza, ogni attività di tipo promozionale potrà avvenire sotto l’egida e il marchio dell’Unione solo dopo il preventivo ed esplicito assenso dei nostri Organi territoriali.

Nessuna altra comunicazione promozionale, di alcun tipo, potrà essere emessa sotto il marchio UICI se non nel rispetto delle predette concomitanti condizioni.

Per ogni ulteriore chiarificazione, la nostra segreteria generale è a disposizione.

Buon lavoro e vive cordialità.

Mario Barbuto
Presidente Nazionale


PN (ts)
S:\Segreteria\Santoro\Comunicati\comunicatoLVE.doc




Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti
ONLUS
Presidenza Nazionale


Download del File del comunicato

Scelta Rapida